Precedo te nel posto blu delle listarelle
farà fiato la lettera posta in predestina
e predestina con usura, con usura dira
Pound, bel Pound bianca corona stelle
dice Pound, bel Pound di giga-gigaEzre
fossa discanto mangiator rovina crebbe.
Ora non ci rodiamo più ma sale una fina
insipienza modica che si manifesterebbe
nelle ritorsioni metodiche di dottrina sic
una fina fina dottrina sic non vi parrà vi-
cina, essa infatti salirebbe, scala posta,
fin su dove solgon stare buone recchie.

Facciamo finta tutti che questo bene si
slanci unissono e svelto verso noi si sta
e decidiamo insieme quante siano intere
le volte che la cosa capovolta davanzan-
te, se possa piangere anche lei del nos-
tro sconfortato ammore, ci costa carolui.
Ora ritorniamo alla bomba precipuamente
dichiarata, cioè molto semplice facciamo
analisi senziente ed assertiva dello stato
della casa, e del mondo, e del momento:
che ci insegnarono come l’indimenticata
vera, che corrispose molto meno di metà.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. anonimo scrive:

    silvia, ci sosta ché ci costa, e consta pure di–

    (nerina)

  2. amilgaQ scrive:

    silvia canta_

  3. molesini scrive:

    due baciocchi, uno per bocca

    (la seconda è un filo forzata, mi devo allenà)(ma chissà)

  4. AltraBetta scrive:

    “sale una fina insipienza” è un bel tocco di classe. di lotta di classe.

    ma tutta la precessione qui gioca usurando le parole fintando che le orecchie non dissentono l’amare da costa a costa.

    ed è vera la consapevolezza che la corresponsione d’una somma, può talvolta risultare meno di metà del prezzo pattuiro per la macchina generatrice di (con)sensi.

    satira politica, neh?

    :)