Archivi del mese: ottobre 2004

Libero da che cosa? Che importa‚Ķ Il tuo occhio deve limpidamente annunciarmi: libero per che cosa? F.Nietzsche Una cosa che penso della poesia √® che la poesia va proposta nuda. Deve poter mostrare la sua forma assoluta, la poesia, i … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 4 commenti

SÌ, fanno colazione le sue indisposizioni, impaurite,   delle masse a fascina sua altezza e l’estremità del mondo del primo dio   di divertimento nessuno nella sua meraviglia di donna beneducata ed il sig. Riordan   che sente l’odore in … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Commenti disabilitati su

QUARTULTIMA DIGRESSIONE DAL TESTO Dice che un amore seipredisposto e gioiosodice che l’amore fainel vento di tempo di frododice bellissima campana(ma campanule non le io tengo)dice: avvertitovi che dimanasarete un pensiero correcto.Mai più, per tante parentesi volo maipiù, accetto il … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 6 commenti

Sono una vecchia madre. Adesso ancora sveglia, ora che nelle pieghe progressive la notte si dispone a strati d’alba e si sentono fuori scricchiòli d’uccelletti in tormentati gazoo mi sono distesa, mal corrispondente, in morbido delirio. Adesso immaginata molte volte … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 1 commento

Iniquo. Non starò a spiegartelo. C’è un sogno, la notte, che continua a ritornare. E’ la ripetizione di un gesto. Questo gesto, vedi, continua a ritornarmi. Un poco fa così: c’è uno spazio tra me e l’altro, uno spazio semisacro, … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | 1 commento